SchifanoiaStreeT

Tanto per avere un muro dove pisciare i pensieri……………………………………………………………. La vita dura dei blog al tempo di Facebook

Visualizza gli articoli in Argomenti vari

Questo regalo ti posso fare Che tu non sappia del mio dolore Che ti descriva tra nere nuvole Il raro raggio che talvolta mi illumina Il cerchio di vita in cui resisto Per vederti, per amare, per dirti Perdendo sangue che esiste il sole. 15 marzo 2010 buttata lì da Stefano Benni Condividi su Facebook.

Onidia scalpicciava a passo svelto tra le stanze. Scale mangiano altre scale, abbaini crescono sopra ànditi che si affacciano su terrazze su cui sbocciano altre scale, e salotti e corridoi e cucine e salotti a cui si accede senza passare da nessuna porta: è difficile in una casa dell’Avana distinguere un salotto da una camera. [...]

Ha cominciato a piovere e sono uscito. Pioveva tanto e io non ho resistito, al riparo da chiunque sono rimasto sotto il cielo. Prima alcuni brividi mi hanno pizzicato poi più niente. E’ uscito il sole, e non ha smesso, anzi, ha continuato quasi più forte ed era caldo, anche le gocce lo erano. Allora [...]

Ho quattro milioni seicento cinquantamila quattrocento settantasei parole accatastate in ordine confuso tra il torace e le dita, ingorgate e incapaci di uscire. Qualcuna vorrebbe tornare a vederti tremare ancora d’incertezza, altre descriverti il letto dove dormirai per il resto della tua vita. Certe smaniano per raccontare lucidamente tutto quello che da te mi arriva [...]

Dove sono i vostri uomini? Perchè non sono qui ora a cercare la vostra mano? Perchè non guardano addormentarvi? Perchè non ricacciano continuamente il desiderio di stringervi forte nella paura di svegliarvi? Perchè non si rifugiano in voi? Non hanno nessun dio da benedire per ogni minuto che è stato concesso loro per avervi? Perchè [...]

Un guerriero famoso in tutta la provincia di Edo di nome Naritomi decise di muovere battaglia, benchè il suo esercito non fosse che un quarto di quello nemico. Lui sapeva che avrebbe vinto, ma i suoi combattenti erano dubbiosi. Durante la marcia si fermò ad un tempio shintoista e disse: "Dopo aver visitato il tempo [...]

PremesseFrenesia unilaterale. Tentativi di attenersi alla realtà di fatti totalmente futili e segnali totalmente inconsistenti. Azzeramento tantrico dei meccanismi implicati nella percezione di sentimenti e sensazioni. Mero autotrasporto del corpo fuori dalle mura domestiche. SvolgimentoUna palla di acido gastrico stazionante alla bocca dell’esofago, un dolore lancinante espresso solo con numero quattro lacrime timidamente affacciatesi ai [...]

L’eternità esiste e la comandiamo noi. Non può essere legata ad un concetto di vita o di morte; troppo semplice, troppo alto e lontano da noi. L’eternità è quel momento preciso in cui ci appare chiara la volontà di non smettere più. Si dice che la dimensione dell’infinito e dello sconosciuto ci attragga di un [...]